10 modi per avere una conversazione brillante

Quanti di voi hanno rimosso un amico da Facebook per aver detto qualcosa di offensivo sulla politica o la religione, l'assistenza all'infanzia, o l'alimentazione?

by   |  LETTURE 410
10 modi per avere una conversazione brillante

Quanti di voi hanno rimosso un amico da Facebook per aver detto qualcosa di offensivo sulla politica o la religione, l'assistenza all'infanzia, o l'alimentazione?

E quanti di voi conoscono almeno una persona che evitano semplicemente perché non hanno voglia di parlarci?

In passato si pensava che per avere una conversazione educata bastasse seguire il consiglio di Henry Higgins in "My Fair Lady": Parla del tempo e della tua salute. Ma di questi tempi tra il cambiamento del clima e il movimento anti-vaccini...  neanche con quegli argomenti siete al sicuro. 
Quindi, nel mondo in cui viviamo, questo mondo in cui ogni conversazione può evolvere in una discussione, in cui i nostri politici non possono parlare l'uno con l'altro e in cui anche il più triviale dei temi ha sostenitori e oppositori che ne dibattono con passione, non è normale. Pew Research ha svolto uno studio su 10 000 americani adulti e ha trovato che al momento, siamo più estremizzati, e più divisi di quanto siamo mai stati nella storia. 

Siamo meno portati al compromesso, che significa che non sappiamo ascoltarci l'un l'altro. E prendiamo decisioni riguardo a dove vivere, chi sposare e addirittura su chi saranno i nostri amici in base a ciò in cui già crediamo. Ancora, questo significa che non ci ascoltiamo tra di noi. Una conversazione richiede equilibrio tra il parlare e l'ascoltare, e a un certo punto abbiamo perso questo equilibrio. 

Ora, in parte questo è dovuto alla tecnologia. 
Gli smartphone che avete in mano o comunque abbastanza vicini da essere facilmente presi. 
Secondo la Pew Research, circa un terzo degli adolescenti americani manda più di 100 messaggi al giorno. E molti di loro, quasi la maggior parte, hanno maggiore probabilità di scrivere piuttosto che parlare direttamente ai loro amici faccia a faccia. C'è questo fantastico articolo sul The Atlantic, scritto da un insegnante di liceo di nome Paul Barnwell, il quale ha assegnato ai suoi ragazzi un progetto di comunicazione. Voleva insegnare loro come parlare di un certo tema senza usare appunti. 
Ha detto: "Ho dovuto constatare che la capacità colloquiale potrebbe essere una delle competenze che riusciamo a insegnare di meno. I ragazzi spendono ore ogni giorno su idee e tra di loro tramite degli schermi ma raramente hanno l'opportunità di perfezionare le loro capacità di comunicazione interpersonale. Può sembrare una domanda buffa, ma dobbiamo chiederci: c'è una qualche competenza nel 21esimo secolo più importante dell'essere in grado di sostenere una conversazione coerente? Ora, io mi guadagno da vivere parlando con le persone: premi Nobel, camionisti, miliardari, insegnanti d'asilo, capi di stato, idraulici. Parlo con persone che mi piacciono. Parlo con persone che non mi piacciono. Parlo con persone con le quali dissento profondamente a livello personale. Ma intrattengo comunque conversazioni di valore con loro. Perciò vorrei spendere questi 10 minuti mostrandovi come si parla e come si ascolta. Molti di voi hanno già sentito un sacco di consigli a riguardo, cose come "guarda la persona negli occhi", "pensa in anticipo ad argomenti interessanti di cui discutere", "guarda, annuisci e sorridi per mostrare che sei attento", "ripeti ciò che hai appena sentito o riassumilo".