Una pizza per chi ha fame

Nel cervello degli altruisti le aree associate al benessere sono più attive


by   |  LETTURE 353

Una pizza per chi ha fame

Essere generosi rende più felici. È il paradosso positivo dell’altruismo: chi fa qualcosa per gli altri ottiene vantaggi per se stesso.  Non è una novità: in molti sanno che le buone azioni verso il prossimo sono fonte di serenità e benessere. Ma ora ne è stata trovata la prova nel cervello. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Lubecca, in Germania, in collaborazione con l'Università di Zurigo e la Northwestern University di Chicago, hanno infatti osservato per la prima volta gli effetti della generosità su alcune aree del cervello.

I neuroscienziati hanno monitorato con la risonanza magnetica funzionale i cambiamenti nel cervello di 50 volontari reclutati per l’esperimento. A ognuno di loro era stata promessa una somma di denaro che avrebbero ricevuto entro poche settimane. La metà dei partecipanti si era impegnata a spendere i soldi  per qualcuno che conoscevano, mentre l’altra metà, nel ruolo di gruppo di controllo, aveva scelto di investire il denaro solo su se stessa.