Lo spirito e il mondo


by   |  LETTURE 100
Lo spirito e il mondo

Voi siete chiamati e vi è detto: “Dovete vivere una vita spirituale”. Ma non comprendete bene e ancora vi chiedete: ”Già conoscevamo l’insegnamento di altruismo, di amore al prossimo, i doveri che abbiamo verso i nostri simili.

Queste voci non fanno, che sottolineare gli ideali che già conoscevamo. Ma il conflitto rimane e, per quanto la nostra mente sia vòlta a quegli ideali, il nostro corpo è nella società, la nostra persona è ben catalogata, schedata nei registri degli uomini”.
E noi vi diciamo ancora una volta: ”Quelli sono, gli ideali morali che la coscienza deve avere e quelli voi, dovete perseguire”.
L’uomo deve conoscere se stesso, conoscere i propri limiti, capire fino a che punto è del mondo e fino a che punto è dello spirito.

Questo significa, vivere una vita spirituale. Se vi illudete di essere tutti dello spirito, è come se firmaste una cambiale, che non potrete mai pagare; né d’altra parte, se voi credeste di essere tutti nel mondo.
E’ inutile che abbiate un bellissimo programma, abbiate in animo, di amare il prossimo e di porgere l’altra guancia a chi vi percuote, quando poi all’atto pratico, non avete la forza di sopportare le offese.

Conoscendo voi stessi, sapendo fino a che punto, potete mettere in atto l’insegnamento dell’altruismo, potete sapere, dove dovete difendervi e dove invece, non ne avreste la forza; e sarebbe allora da stolti, da insensati, lasciarsi trascinare da ciò che è più grande di voi, da ciò che vostro malgrado distruggerebbe, tutto quello che avete fatto e che potete fare.
Vivere spiritualmente significa, essere sinceri con sè stessi e capire che questo difendersi, deve essere un atto sincero.

Questo insegnamento non deve essere preso, come una scusa per offendere gli altri. Vivere spiritualmente, significa avere questa sincerità, non mascherare la propria aggressività, prendendo a prestito le nostre parole.

E vi diciamo questo, per togliervi da un conflitto controproducente, per avvicinarvi e potarvi alla serenità, sicuri che non abuserete di quello che diciamo, per giustificare le vostre azioni. Abbiamo questa fiducia in voi.
La verità vi renderà uomini liberi. Tratto dal libro “Conosci te stesso”
Cerchio Firenze ‘77