Ciò che vedi fuori è dentro di te


by   |  LETTURE 48
Ciò che vedi fuori è dentro di te

Ciò che vedi fuori è dentro di te.
Ciò che osservi negli altri è anche tuo.
Non potresti riconoscerlo, se non lo possedessi già.
Se non ti appartenesse.
Anche se non ne hai coscienza.
Cosa significa?
Che il mondo esterno riflette il tuo mondo interiore.
Che il tuo inconscio si manifesta nella realtà.
La costruisce, in effetti.
La realtà materiale è come tu la percepisci.
Si origina da te stesso.
È la legge dello specchio…
Potrebbe non piacerti.
Potresti rifiutarla.
Ma è nella natura dell’Esistenza.
E un regalo per il tuo cammino di Risveglio.
Perché ti permette di comprendere dove ti trovi.
Ti fornisce una mappa sempre aggiornata della tua evoluzione.
Studiala con attenzione.
Osserva cosa c’è attorno a te.
O meglio, cosa vedono i tuoi occhi.
Che tipo di mondo ti circonda?
Come consideri le persone che frequenti?
In quale società ritieni di vivere?
Presta attenzione ai tuoi pensieri.
Alle tue parole.
Non solo quelle che pronunci.
Anche ciò che scrivi ogni giorno sui social media.
E ascolta gli stati emotivi che ti attraversano.
Quanto giudizio c’è in te?
Sii onesto in questa analisi.
Il tuo vicino di casa è antipatico?
La gente per strada non sa guidare?
Non sopporti il tuo capo e i tuoi colleghi di lavoro?
L’impiegato allo sportello è scortese e ti irrita?
La cassiera è lenta?
Il medico in ritardo all’appuntamento?
Continui a litigare con il tuo partner?
Non vai più a trovare i tuoi genitori?
I tuoi figli sono degli ingrati?
I tuoi amici superficiali?
La gente è disonesta?
È colpa dei politici se il paese va a rotoli?
Ti spaventa chi è diverso?
Odi chi la pensa in maniera differente da te?
Sei arrabbiato coi potenti?
I ricchi sono solo capaci di rubare?
Detesti i tifosi delle squadre avversarie?
Chi non vota come te?
Chi non mangia come te?
Chi crede in un altro Dio?
Potrei continuare all’infinito.
Ma forse nel tuo cuore si è accesa una luce.
Forse cominci a comprendere.
Il mondo non ti piace nella misura in cui tu proietti all’esterno le tue stesse ombre.
Osserva.
Questo lamentarsi continuamente.
Quel trovare sempre il difetto.
O il nemico.
Perennemente in conflitto con tutti e con tutto.
Il disprezzo.
L’astio.
Il sarcasmo.
La rabbia.
La violenza.
L’odio.
La paura.
Non vengono da fuori.
Sono in te.
Cammini nella vita indossando un paio di occhiali pesanti.
E tutto continuerà ad apparirti cupo, se non li toglierai.
Comincia a cambiare prospettiva.
Guarda per una volta dentro, invece che fuori.
Hai bisogno di vedere quel che c’è davvero in te.
Cosa agita il tuo inconscio.
Solo così potrai dissipare la nebbia che ti avvolge.
Solo così potrai accogliere l’ombra e mutarla in luce.
Ammettendo, come primo passo, di possederla.
Ciò che non ti piace del mondo, è in te!
Accettalo, se vuoi porre fine alla tua infelicità.
Se lo farai, non avrai più bisogno di soffrire.
Non ti sentirai più spinto a giudicare.
Inizierai a modificare i tuoi pensieri.
A cambiare le tue credenze.
A sviluppare sentimenti di tolleranza.
Ad amare il tuo punto di vista senza la necessità di distruggere quello altrui.
E magicamente la realtà attorno a te inizierà ad apparirti diversa.
Non sarai più così infastidito dagli altri.
Non ti sembrerà più così importante ciò che faranno e diranno.
Vivrai tutto con maggiore serenità.
Con un rassicurante e sano distacco.
Anche di fronte alle inevitabili ingiustizie di questo pianeta imperfetto, proverai un senso di pace.
Una comprensione della vita che ti sembrerà prodigiosa.
Una profonda e appagante accoglienza dell’esistenza.
Così come si manifesta, in tutte le sue infinite sfumature.
Comprenderai la ricchezza che si cela in ogni Unicità.
E che tutte le Unicità assieme, se riconosciute, formano una meravigliosa Unità.
Vivrai un autentico miracolo.
Non sarai più cieco.
Non crederai più di essere separato dal resto del Creato.
E comincerai a vedere bellezza ovunque.
Sui volti delle persone.
In semplici atti di generosità.
Nella dignità di chi soffre.
Nei tramonti e nelle albe.
Negli occhi di un animale.
Nel coraggio di ogni anima che ha scelto di incarnarsi in un essere umano.
Ovunque.
Nelle mani di tuo padre.
Nel sorriso di tua madre.
Nel fare l’amore con chi ami aprendogli il tuo cuore.
Nell’innocenza di tua figlia.
Nelle conquiste di tuo figlio.
Nel lavoro che fai.
Nei tuoi successi.
Negli sforzi del tuo prossimo per capire questa vita così strana e complicata.
Perfino nei suoi sbagli.
Perché sarai compassionevole.
E sperimenterai così tanta bellezza da esserne stordito.
Ogni tua cellula vibrerà di puro amore.
Gioisci, quando accadrà.
Contagia chiunque ti sia vicino.
E sii colmo di gratitudine.
Perché quella Bellezza non è solo fuori.
È dentro di Te.
Nell’Anima.
È Tua.
Sei Tu.
E Tu sei in ogni cosa.
Si chiama Legge dello Specchio.