4 idee per stimolare l’innovazione


by   |  LETTURE 59
4 idee per stimolare l’innovazione

Ho conosciuto molte persone che asserivano che per essere creativi, bisogna “pensare fuori dalla scatola” o “lasciare che l’io creativo prenda il controllo.” Se è così, io sono destinato a fallire.

A me piacciono le scatole, specialmente quelle strane che fanno rumori inaspettati quando si aprono. La mia parte creativa interiore non ha decisamente preso il controllo. A dire il vero credo che Garanimals sia una delle più grandi invenzioni di tutti i tempi perché abbinano i colori dei vestiti dei vostri figli in maniera semplice. Sì, sono quel tipo di persona creativa.

Quindi che può fare una persona come me? I miei scarabocchi non attirano l’attenzione, e le mie citazioni su Facebook raccolgono 100 condivisioni, non 1 milione. Quindi dovrei andare a una scuola di creatività? (sì queste scuole esistono e saranno felici di prendere i vostri soldi.) Dovrei intraprendere una drammatica avventura ad alto tasso adrenalinico che mi congela il naso sulla cima di un gelido Monte Everest? Probabilmente no. Sono più una persona da spiaggia.

Al contrario, ho scoperto quattro modi non ortodossi per sbloccare la creatività senza un tatuaggio, jam session notturne o capelli blu (anche se a un certo punto li ho desiderati).

1. Pensate a creare un vostro quadro delle opportunità o a risolvere un problema come se non aveste denaro, nessuna conoscenza e solo 24 ore per risolvere la cosa. Troppo spesso ci appoggiamo a soluzioni pre-confezionate – pensate a Power Point – invece di usare la nostra creatività e visione. Queste risorse diventano la stampella che ci tiene su e rende dipendenti piuttosto che creativi. Togliete le scorciatoie e vi sorprenderete di quanto potete essere creativi.

2. Immaginate di provare a creare, comunicare, risolvere un problema o disegnare una foto senza uno dei vostri cinque sensi, come la vista. Non avere questo input sensoriale come influenzerebbe la vostra visione del mondo, le opzioni che individuate e i nuovi possibili cammini? Per espandere davvero la creatività, provate a fare un giorno senza uno dei cinque sensi, tipo indossare cuffie che cancellano i suoni, o una benda per 24 ore. Credo che quando ci priviamo di uno dei cinque sensi, la nostra creatività faccia affidamento sul sesto senso che è sempre presente e spesso sottovalutato: il senso pratico.

3. Provate a pensare alla vostra situazione dalla prospettiva di qualcuno di giovane, come un bambino di 10 anni, o di qualcuno con molta più esperienza, come un 80enne. Come penserebbero alla vostra situazione in termini di limiti, priorità e possibilità? Cosa direbbero, prenderebbero in considerazione o farebbero? Io ho scoperto che il bambino di 10 anni chiederà “perché?” e l’80enne chiederà, “perché no?”

4. Chiedete a sconosciuti la loro opinione. Sul serio. Io adoro farlo, soprattutto quando sto aspettando in coda a un caffè o in aeroporto. Amo dire alle persone che si trovano dietro di me, “Mi scusi. Mi dispiace disturbarla, ma ho bisogno di un’opinione esterna. Cosa ne pensa di_________?” il novanta percento delle volte avrete risposte da una prospettiva che non avreste preso in considerazione; il restante 10 percento penserà che siete pazzo, che è altrettanto divertente.

E se queste quattro strategie non dovessero funzionare, potete sempre provare il tatuaggio, la jam session notturna o i capelli blu, fate solo in modo che il blu si sciacqui via dopo aver avuto la vostra idea rivoluzionaria.