Il fallimento come esperienza di vita da cui imparare


by   |  LETTURE 121
Il fallimento come esperienza di vita da cui imparare

Fin da piccoli, tutti noi viviamo, in un modo o nell’altro, esperienze che si possano chiamare un fallimento. La nostra reazione istintiva è quella di abbatterci, di vedere il fallimento come la conclusione negativa di una certa esperienza.

Quello che non consideriamo immediatamente è che i fallimenti che viviamo possono, in realtà, insegnarci molto. Non solo possiamo riflettere sugli errori commessi, imparando a non ripeterli, ma possiamo usare le emozioni che proviamo per temprare il nostro carattere, diventando sempre più esperti nella gestione di questo tipo di situazione.

In che modo i social media hanno cambiato la nostra percezione del successo (e del fallimento) Viviamo in un’epoca in cui ciò che vediamo sui social è studiato e progettato per trasmettere l’impressione di ciò che vorremmo essere, anziché di ciò che siamo davvero.

Celebrità che condividono i propri segreti per restare giovani e attraenti, amici che postano foto delle loro famiglie felici in vacanza, imprenditori che si vantano del proprio successo. Quello che non vediamo invece sono i tentativi falliti, i lavori persi, i litigi, le paure, le ansie, la depressione.

Tutto ciò che possa dare un’impressione di imperfezione viene cautamente nascosto. Nonostante ciò, vi è una minoranza di persone, anche famose, che ha iniziato a mostrare il proprio lato più vulnerabile, quello che non vive un’esistenza perfetta.

Vi sono coloro che parlano dei propri problemi, dalla depressione ai problemi alimentari, mettendo allo scoperto ciò che li rende umani. Anche questo, però, sta correndo il rischio di diventare semplicemente l’ultima tendenza, come se l’onestà non sia nient’altro che un hashtag.

Oltre a questo, dobbiamo fare i conti con ondate di opinioni, che chiunque si permette di gridare a gran voce. Qualsiasi argomento, qualsiasi persona, viene costantemente subissata di opinioni e critiche, spesso negative, da parte di chi, seduto dietro ad una tastiera, si sente in diritto (se non addirittura in dovere) di esprimere il proprio sdegno e la propria contrarietà a ciò che vede.

Quando si tratta di fallimento, il rischio di essere messi alla gogna è talmente alto che spesso ci porta a bloccarci, a non parlare dei nostri fallimenti, a non cercare aiuto. Vivere esperienze negative non è mai piacevole, ma ci permette di maturare, e di affrontare la vita con la consapevolezza delle decisioni che Perché le difficoltà ad integrarsi da giovani ci possono aiutare da grandi? prendiamo.

Il fallimento è qualcosa con cui tutti, in un modo o nell’altro, dovremo confrontarci nella vita. Allora cerchiamo di viverlo in maniera positiva, non come una catastrofe dalla quale non ci si possa riprendere. Se lo affronteremo con il giusto spirito, avremo gli strumenti necessari per superarlo.