11 Consigli geniali per essere più decisivi



by   |  LETTURE 285

11 Consigli geniali per essere più decisivi

Questi 11 imprenditori, e membri di The Oracles, hanno raggiunto il top del loro campo in larga parte prendendo le decisioni migliori più velocemente di chiunque altro. Il loro consiglio vi aiuterà a prendere decisioni più velocemente, e ad attenervi ad esse.

1. A volte abbastanza bene è perfetto.

A 19 anni, il mio primo mentore Joel Salatin ha detto, “A volte abbastanza bene è perfetto.” Intendeva che quando cerchiamo solamente la perfezione, si perde l’elemento del tempo.

A volte bisogna solo dire, “Questo va bene a sufficienza.”

State lanciando un nuovo prodotto. State producendo qualcosa. State pensando di scrivere un libro o un articolo. State facendo una presentazione. State facendo del marketing. Una volta che iniziate a fare qualcosa a volte gli potete dare un sei, un sette o un otto su 10, dovete partire. Ricordate cosa ha detto Mark Zuckerberg: “Se le cose non si stanno rompendo, non state andando abbastanza veloci.”

Se vi fa paura, ricordate solo questo: tutti gli imprenditori con cui siete in competizione stanno affrontando le stesse difficoltà. Se loro vanno lenti e voi agite velocemente, vincerete.
 

2. Decidete di uscire dallo status quo

Quando ci rifiutiamo di decidere, è una decisione. Quando mi fermo, mi chiedo, andrò avanti con lo status quo o andrò avanti? Tutte le decisioni hanno un costo. Di solito ciò che mi trattiene è o la paura o la mancanza di informazione. Travate i dati di cui avete bisogno e non abbiate mai paura di scommettere su voi stessi.

Grant Cardone, esperto top sales che ha costruito un impero imprenditoriale di 500$ milioni, New York Times best-selling author di Be Obsessed or Be Average, e fondatore di 10X Growth Con 2017;

3. Stabilite la vostra visione a lungo termine

Passate più tempo che potete cercando di capire la vostra visione a lungo termine. Perché dopo che avrete una visione chiara, tutte le più piccole decisioni quotidiane saranno molto più semplici. Imparerete che ogni piccola decisione che prendete vi farà andare nella giusta direzione o sarà una lezione importante che avevate bisogno di imparare per arrivare alla vostra visione.

—Melanie Perkins, co-fondatrice and CEO di Canva, che ha appena duplicato il suo valore a $345 milioni

4. Prendetevi tempo (seriamente)

Ho imparato di non lasciare che nessuno mi metta fretta quando devo prendere una decisione importante. Con questo non intendo che dovete procrastinare a tempo indefinito. Ma ho imparato che la velocità degli affari di oggi spesso ci fa sentire la pressione di prendere una decisione più velocemente di quanto dovremmo. Ho sentito molto rispetto e comprensione da colleghi e concorrenti quando dico: “Avrete la mia risposta quando mi sentirò definitivamente pronto.”

—Roberto Orci, produttore di Hollywood e sceneggiatore i cui film e serie TV hanno guadagnato più di 5$ bilioni in tutto il mondo


5. Fate una mappa concettuale sul perché, come e cosa

È molto più semplice prendere decisioni quando avete molta chiarezza su cosa state cercando di raggiungere, perché lo state cercando di raggiungere e come pianificate di raggiungerlo. La vostra missione (perché), valori e strategia (come), e metriche (cosa) servono da linee guida, paraurti e filtri per prendere le vostre decisioni. Con queste basi, molte domande si rispondono da sole, il che è probabilmente più veloce che del tempo passato impegnati in discussioni esasperanti o in paranoie mentali. Dopo esservi costruiti questa mappa mentale, ho iniziato a prendere decisioni molto più velocemente.

—Danae Ringelmann, fondatrice di Indiegogo
 

6. Capite la causa della vostra esitazione

Chiedetevi se la vostra esitazione è dovuta alla paura (non essere preparati o capaci) o all’ansia (non sentirsi preparati o capaci). Se si tratta di paura, procedete con un passo-semplice-da-realizzare alla volta. Imparate da ognuno di essi e ripeteteli velocemente. Questo vi da tempo per imparare e tempo per acclimatarvi, permettendovi di costruire vera fiducia in se stessi. Se si tratta di ansia, allora mettetevi in una posizione in cui dovete agire senza il lusso di avere tempo per iper analizzare. Impegnatevi pubblicamente. Accettate il progetto per cui siete ansiosi. Bruciate i ponti.

Così è come ho iniziato MavenWire, consegnando le mie dimissioni al mio capo e creando un ambiente in cui dovevo alzare il livello delle mie capacità per avere successo. Sapevo di esserne capace e avevo bisogno di superare la mia paura.

—Chris Plough, consulente aziendale e imprenditore seriale

7. Abbandonate la ricerca della perfezione

Essere decisivi è fare scelte, valutare feedback e imparare velocemente. Sfortunatamente, la paralisi da analisi affetta molto imprenditori, e la “perfezione” diventa nemica di “buono abbastanza per essere testato.” Non ci sono piani perfetti o decisioni perfette; fate scelte oculate, adattatevi, fate modifiche e andate oltre.

—Craig Lack, CEO di ENERGI e creatore di Performance-Based Health Plans

8. Prendete decisioni importanti in 5 – 10 minuti

Ho sempre seguito l’istinto per le decisioni imprenditoriali e mi muovevo rapidamente quando vedevo un’opportunità. Anche se poteva sembrare che saltassi da un aeroplano e imparassi come costruire il mio paracadute mentre precipitavo, in verità andava molto più nel profondo. Le mie esperienze passate unite al mio istinto mi hanno permesso di valutare il rischio e decidere se provarci o girare i tacchi. Non dormo mai su un’idea. Al contrario mi do una breve scadenza di 5-10 minuti per processare l’informazione. Successivamente, valuto quale possa essere il miglior risultato, e a seguire quale possa essere lo scenario peggiore. Poi mi chiedo, Posso vivere con qualsiasi dei risultati? Se la risposta è sì, agisco velocemente. Se la risposta è no, lascio perdere.

—Jon Braddock, fondatore e CEO di My Life & Wishes
 

9. Dividete le decisioni in piccoli pezzi

In tutti i miei affari, ci muoviamo velocemente e prendiamo decisioni ancora più velocemente. Ma prendiamo decisioni calcolate. Dividiamo le decisioni importanti in diverse decisioni più piccole in modo da poter testare, valutare e modificarle se necessario. Se ha a che fare un nuovo prodotto o servizio, guardiamo agli storici di prodotti simili o servizi che abbiamo creato, dividiamo in minimi prodotti che possono andare di cui avremmo bisogno per testarli, e prendiamo clienti nel nostro database per testare la nostra idea. Se si tratta di una nuova campagna marketing, dividiamo il test per una campagna vincente per un investimento minimo prima di lanciarla. Dividendo le decisioni in diverse decisioni più piccole, riduciamo i nostri rischi e ci permettiamo di aggiustarci più velocemente.

Gary Nealon, president di Nealon Solutions e The Rox Group

10. Valutate il meglio e il peggio che possa succedere, e non guardatevi indietro

Iniziando valutando Qual è la cosa peggiore che possa succedere? E Cosa vorrei che accadesse? Poi, prendete una decisione e nuotate o andate a fondo. Bruciate i ponti e fate ciò che dovete fare per vedere se la vostra decisione si è rivelata vincente o perdente. Almeno avete preso una decisione. Essere un imprenditore significa essere un leader e nessuno vuole vedere un leader che tentenna. La velocità è potere!

— Steve Griggs, fondatore e CEO di Steve Griggs Design; passato da $200 e un taglia erba a sette cifre all’anno

11. Eliminate le piccole decisioni dalla vostra vita

Rimuovete le piccole decisioni in modo da potervi concentrare sulle decisioni importanti. Non sprecate la vostra preziosa energia mentale in piccole cose. Considerate l’idea di rivolgervi a esperti esterni: assumete uno chef o un servizio di consegna di pasti salutari, così non dovete decidere cosa mangiare su base quotidiana. Steve Jobs (quando era vivo) e Mark Zuckerberg indossano gli stessi vestiti ogni singolo giorno per poter utilizzare ogni singola goccia della loro energia mentale in cose importanti e non diluirla in cose come Oggi cosa mi metto? Vi state impantanando decidendo quali mobili comprare? Assumete un interior designer per farlo.

— Phil Suslow, proprietario di Oznium