Regalati il ​​dono della spontaneità


by   |  LETTURE 216
Regalati il ​​dono della spontaneità

Spero che tu abbia passato una bella settimana. La mia e' stata molto propositiva e soprattutto dedicata alla lettura e miglioramento di me stesso.

Ora, l'articolo di oggi riguarda un'area che mi sta ancora molto a cuore.

È quello che mi piace chiamare autocompiacimento.

È vicino al mio cuore perché ha significato così tanto per me. Essendo più gentile con me stesso sono diventato più felice, più efficace e motivato e mi ha aiutato a diventare più gentile e migliore anche nei rapporti con altre persone.

Ma è anche vicino al mio cuore perché quasi ogni settimana leggo sui giornali e nella mia casella di posta in che modo l'autostima delle persone sembra peggiorare.

Se non ti senti così bene con te stesso, se pensi che la tua autostima sia un po 'bassa o ti parli addosso negativamente ogni volta che commetti un errore, allora ci sono cose che puoi fare per migliorare questa situazione.
Ci sono abitudini che puoi sviluppare in te stesso per diventare più autosufficiente e più forte attraverso gli alti e bassi della vita.
Queste due abitudini sono state tra le più efficaci per me.

Cambia il tuo contributo a cose che sono gentili e costruttive.
I messaggi distruttivi delle persone che ti circondano o di persone più lontane come i media, la pubblicità e la società in generale non ti aiutano a essere gentile con te stesso.
Quindi, a poco a poco, sostituirli con altri input giornalieri e settimanali a partire da adesso e nel 2019, sarebbe quasi obbligatorio per non finire in un vortice negativo.
Potrebbe essere l'incoraggiamento di amici e parenti o l'aiuto di qualcuno vicino che è stato in una situazione in cui ti trovi ora.
Potrebbero essere pratici libri e blog di sviluppo personale che ti aiuteranno a trovare soluzioni reali alle sfide che affronti e agli obiettivi che vuoi raggiungere.
Potrebbe esse anche il passare più tempo nella natura e nel silenzio per rilassarsi e ricaricarsi.

Quest'anno arriverai a fare scelte più consapevoli su ciò che vuoi che scorra nella tua mente. E su ciò che non vuoi più lasciar entrare. Invece di andare avanti con le solite vecchie abitudini.

Regalati una pausa e pensa in percentuali piuttosto che sempre.
A volte pensiamo che dobbiamo essere sempre positivi o essere sempre vincenti o lavorare come somari per raggiungere il nostro obiettivo.

Potrebbe sembrare una fonte di ispirazione in teoria. Ma la realtà non è ideale o perfetta e nemmeno tu e io. A volte la vita si intromette.
E a volte semplicemente non hai l'energia, il coraggio o il tempo per fare qualcosa.

E questo è OK, normale. Invece di cercare di vivere un'immagine perfetta che altre persone e / o tu potresti premere su di te, scegli di stabilire degli standard umani per te stesso.

Scegli di concederti una pausa quando le cose non vanno come vorresti e scegli di darti un po' di tregua.

Un approccio che funziona per me è pensare in percentuali più che in maniera assoluta e cercare di accettarti maggiormente: ama maggiormente te stesso per come sei e non per degli standard che altri hanno imposto e forse sono troppo alti per te, oppure sono comunque non tuoi. 
Quindi prenditi un momento per pensare non al 100% ma anche ad un 75%...potrebbe essere davvero ottimale e sufficiente! Ad esempio...se sei ottimista nel 50% dei casi....perche' ti vuoi imporre il paletto di esserlo al 100%? sarebbe troppo alta come barra limite....quindi perche' non "accontentarsi" di un 75%? 

Cerca di agire sui tuoi pensieri il 60% delle volte. Poi alza lentamente la barra nel tempo - ma non fino al 100% - per essere in grado di migliorare e di essere gentile con te stesso.

E accetta che tu commetterai degli errori o falliarai in certo cose che tentarai di fare: e' normalissimo e fa parte della vita e del processo di apprendimento. questa è la vita per tutti coloro che vogliono uscire dalla loro zona di comfort o fare qualcosa di reale valore.

Vedi queste situazioni come esperienze di apprendimento e usa ciò che impari per evitare di ripetere gli stessi errori.