Confrontare la verità: i benefici che cambieranno la vita dell'approccio "Perché?"

Le conversazioni più importanti che avrai saranno quelle che avrai con te stesso

by Federico Coppini
SHARE
Confrontare la verità: i benefici che cambieranno la vita dell'approccio "Perché?"

"Le conversazioni più importanti che avrai saranno quelle che avrai con te stesso". ~David Goggins

Oggi ti farò una domanda che sblocca una vita migliore per te.

Probabilmente ti aspetti qualcosa di profondo.

Probabilmente ti aspetti qualcosa che ti scuoterà fino al midollo.

Probabilmente ti aspetti qualcosa che non hai mai sentito prima.

Non fraintendermi, può e cambierà radicalmente la tua vita, ma l'hai sicuramente sentito prima. Soprattutto se sei stato intorno a un bambino di tre anni.

E ti ho detto che è solo una parola?

È la semplice domanda del "Perché?"

È spaventoso chiedere perché perché spesso non sai la risposta. E a nessuno piace essere in quella posizione perché chi vuole sembrare un cretino?

Ma non dovrebbe essere una domanda da evitare. Vedi i bambini di tre anni fermarsi perché non capiscono il mondo, quindi perché preoccuparsi? Certo che no. Chiedono semplicemente "Perché?" e continuano a chiedere "Perché?" finché non sono soddisfatti della risposta.

I bambini fanno la domanda perché sono curiosi e vogliono capire come funziona il mondo intorno a loro.

Gli adulti evitano la domanda perché non vogliamo mettere in discussione ciò che sappiamo. E se fossimo sbagliati? E se le nostre supposizioni non fossero basate sulla realtà? Di sicuro non vogliamo affrontare la verità che sarà rivelata esaminando le nostre motivazioni.

Quando mi chiedo "Perché?", mi riporta sempre alle insicurezze con cui sto lottando. Perché mi offendo così tanto per l'opinione di mia moglie quando litighiamo? Perché sono così appassionato di avere "ragione"? Di cosa ho paura? È quasi sempre qualcosa dentro di me che sto cercando di sfuggire.

Ho paura di sembrare debole?

Sto agendo in base a questioni che non ho risolto dall'infanzia?

La mia rabbia mi serve in quel momento perché mi tiene al sicuro. È molto più facile comportarsi come un bambino che chiedere: "Perché sono così arrabbiato? Perché sto reagendo a questa situazione con tanta intensità?"

È terrificante confrontare le nostre azioni e interrogarci se supportano i nostri valori e le nostre credenze dichiarate. Perché quasi certamente sappiamo che scopriremo che alcune delle nostre azioni non sono in allineamento.

Quando ero più giovane, credevo che essere sani non fosse solo essenziale ma fondamentale per il mio benessere fisico, mentale, emotivo e spirituale. Sapevo che queste cose erano vere. Ho capito che dovevo muovere il mio corpo, mangiare cibo reale e allineare la mia vita ai miei valori per presentarmi completamente nella mia vita.

Eppure, se aveste osservato le mie azioni durante i miei vent'anni e i primi trenta, avreste visto un ragazzo che distruggeva sacchetti di Doritos, faceva feste settimanali e dormiva come una spazzatura perché era sovrappeso di quaranta chili.

Il mio pozzo fisico, mentale, emotivo e spirituale era asciutto.

Era troppo sconvolgente per me accettare questa realtà, così è stato più facile rimanere ignaro della verità per anni.

Per questo motivo, la mia salute era tossica. Ho preso un cocktail di cinque farmaci diversi prima di riuscire a trovare l'energia per bere un caffè prima del lavoro. Ero grassa, pigra e piena di scuse per aver trascorso la maggior parte della mia vita depressa e senza speranze per il mio futuro.

So che sembra dura. Ma lo dico attraverso una lente di empatia. Mi dispiace per quel ragazzo. Piango pensando a quello che ha dovuto passare per capire che era ed è degno di essere amato.

Ma so anche che l'unico motivo per cui è cambiato è che gli sono state messe le mani addosso.

Ho scelto di essere vulnerabile.

Ho scelto di cercare aiuto.

Ho scelto di agire.

Per me, chiedere "Perché?" era l'unico modo per assicurarmi che le mie azioni fossero in linea con i miei valori e le mie convinzioni.

Avevo tutte le risposte giuste sul perché la salute fosse importante per me. Ma non sapevo perché le mie azioni dicevano il contrario.

Il primo momento in cui ho accettato questa verità è stato come un pugno di Mike Tyson in faccia. Mi ha messo in ginocchio. Ha dato un colpo secco al mio ego.

Non ero la persona che dicevo di essere.

Ecco perché la proprietà è terrificante e liberatoria allo stesso tempo: Chiedendomi "perché", ho capito che potevo avere una vita migliore, ma che il suo raggiungimento dipendeva da cambiamenti che solo io potevo fare. Ed è per questo che ho evitato di assumermi la responsabilità: perché mi dava una facile via d'uscita.

Non dovevo ammettere che le mie azioni non erano in linea con le mie convinzioni, perché sceglievo di vedere le circostanze come fuori dal mio controllo. È stata la prima volta nella mia vita che ho capito di essere complice nel creare le condizioni che dicevo di non volere.

Quale area della vostra vita non è in linea con la persona che volete essere?

Ma ecco la parte cruciale di questa domanda: Siate gentili con voi stessi mentre vi confrontate con ciò che viene fuori.

Non vergognatevi. Nessuna colpa. È quello che è, amico mio.

Ma ora hai la possibilità di decidere come procedere.

Vuoi assumerti la responsabilità e impegnarti per migliorare? Questo dipende da te.

Quando ti prendi il tempo di guardarti dentro e di assumerti la responsabilità delle tue azioni, puoi affrontare la verità delle tue motivazioni e progredire verso i tuoi obiettivi.

Chiedersi "Perché?" è come avere in mano la chiave di tutti i problemi. Indipendentemente da ciò che state affrontando, questa domanda sblocca ciò che vi aiuterà a superare le barriere che vi tengono bloccati.

Come trasformare questa intuizione in azione?

1. Riconoscete cosa guida il vostro comportamento, forse la paura, l'insicurezza, l'impotenza appresa o i condizionamenti dell'infanzia. Ricordate a voi stessi che è giusto chiedersi il perché e che non dovete avere tutte le risposte immediatamente o agire subito se non vi sentite pronti a cambiare.

2. Fate un passo alla volta e non fatevi sopraffare. Iniziate con i problemi più urgenti della vostra vita e proseguite per gradi.

3. Parlate con qualcuno di cui vi fidate e chiedete aiuto. Condividete le vostre paure e i vostri dubbi; potreste rimanere sorpresi da quante persone hanno affrontato problemi simili. Avere il sostegno di qualcuno che vi capisce può aiutarvi ad avere più fiducia nell'affrontare le cose difficili che siete tentati di evitare.

Una volta che avete compreso voi stessi a un livello più profondo, non vi resta che agire. Utilizzate le intuizioni ottenute chiedendovi "perché" per apportare cambiamenti intenzionali nella vostra vita. Identificate azioni specifiche che siano in linea con i vostri valori e le vostre convinzioni e impegnatevi a farle diventare una parte regolare della vostra routine. Oppure fate un elenco dei comportamenti negativi attuali, insieme a tutto ciò che li scatena, e individuate scelte più sane per ciascuno di essi.

Ricordate di essere pazienti e gentili con voi stessi mentre affrontate questi cambiamenti e festeggiate i piccoli successi ottenuti lungo il percorso. Con perseveranza e dedizione potete diventare la persona che volete.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)