4 Passi Semplici per il Successo

by Federico Coppini
SHARE
4 Passi Semplici per il Successo
© Vibrazioni

L'ho detto prima, il successo è lo studio dell'ovvio, ma a volte abbiamo bisogno di qualcuno che ce lo ricordi e ci mostri il modo più semplice per arrivarci. Ecco quattro passaggi semplici per trovare la tua strada verso un successo che non avresti mai immaginato:

Raccogli buone idee.

Il mio mentore mi ha insegnato a tenere un diario quando avevo 25 anni. È il miglior luogo di raccolta per tutte le idee e le informazioni che ti arrivano. E quell'ispirazione sarà trasmessa ai miei figli e ai miei nipoti.

Se senti una buona idea sulla salute, catturala, scrivila. Poi, in una fredda serata invernale o in una calda notte estiva, ripercorri il tuo diario. Rivivi le idee che hanno cambiato la tua vita, quelle che hanno salvato il tuo matrimonio, quelle che ti hanno aiutato nei momenti difficili, quelle che ti hanno reso una persona di successo.

È prezioso, ripassare le pagine di idee che hai raccolto negli anni, ricordando, ricordandoti. Quindi sii un collezionista di buone idee, di esperienze, per il tuo business, per le tue relazioni, per il tuo futuro. È difficile essere studenti della propria vita, del proprio futuro, del proprio destino.

Non fidarti della tua memoria. Quando ascolti qualcosa di prezioso, scrivilo. Quando incontri qualcosa di importante, scrivilo. Prenditi il tempo per prendere appunti e tenere un diario.

Avere buoni piani.

Costruire una vita, costruire qualcosa, è come costruire una casa; hai bisogno di un piano.

Cosa succederebbe se iniziassi a posare mattoni e qualcuno ti chiedesse: "Cosa stai costruendo?" Metti giù il mattone che stai tenendo e dici: "Non ho idea." Quindi, ecco la domanda: Quando dovresti iniziare a costruire la casa? Risposta: Non appena l'hai finita.

È una semplice gestione del tempo. Non iniziare la giornata finché non è ben conclusa, almeno nella sua struttura. Lascia spazio per improvvisare, lascia spazio per strategie extra, ma finiscila prima di iniziarla.

Non iniziare la settimana finché non l'hai finita. Organizzala, strutturala, mettila al lavoro. Lo stesso vale per il mese a venire: non iniziarlo finché non hai un piano in atto. E, la cosa più importante, non iniziare l'anno finché non è finito sulla carta.

Non è una cattiva idea, verso la fine dell'anno, sedersi con la tua famiglia per i piani personali, sedersi nella tua azienda per i piani professionali, sedersi con il tuo consulente finanziario per tracciare piani economici.

Pianifica il tuo calendario, il tuo piano di gioco, per tutte le parti mobili della vita. Il motivo per cui la maggior parte delle persone affronta il futuro con apprensione invece che con anticipazione è perché non lo hanno ben progettato.

Datti tempo.

Ci vuole tempo per costruire una carriera. Ci vuole tempo per apportare cambiamenti. Ci vuole tempo per imparare, crescere, cambiare, svilupparsi e produrre. Ci vuole tempo per affinare la filosofia e l'attività.

Quindi datti tempo per imparare, tempo per iniziare un certo slancio, tempo per raggiungere infine. Ricordo quando Mario mi insegnava un po' di piano. "Ecco la scala con la mano sinistra," disse. Quello l'ho capito; era facile.

"Ecco la scala con la mano destra." Anche quello l'ho capito. Poi disse: "Ora suoneremo con entrambe le mani contemporaneamente." "Ma come si fa?" chiesi. Perché una alla volta era facile... ma due contemporaneamente? Ma sono arrivato a suonare le scale con entrambe le mani.

"Ora leggeremo la musica e suoneremo con entrambe le mani," disse. Non puoi fare tutto, pensai. Ma sai, alla fine ho guardato la musica, guardato ogni mano, un po' confuso all'inizio, ma alla fine l'ho afferrato. Poi ricordo il giorno in cui Mario disse: "Ora guarderemo il pubblico, leggeremo la musica e suoneremo con entrambe le mani.

Ora questo è troppo! Pensai. Come potrebbe una persona fare tutto questo? Dandomi tempo per padroneggiare un'abilità prima di passare alla successiva, sono arrivato a guardare il pubblico, leggere la musica e suonare con entrambe le mani.

La vita non è solo il passare del tempo. La vita è la raccolta di esperienze e la loro intensità.

Cambia te stesso.

Impara a risolvere i problemi: problemi aziendali, problemi familiari, problemi finanziari, problemi emotivi.

Il miglior modo per affrontare una sfida? Come un'opportunità di crescita. Cambia se devi, modifica se devi, scarta una vecchia filosofia che non funzionava bene per una nuova. La migliore frase che il mio mentore mi abbia mai dato: "Signor Federico, se cambierai, tutto cambierà per te." L'ho preso a cuore e, sicuramente, più miglioravo, più tutto migliorava per me. Non puoi cambiare la tua destinazione in una notte, ma puoi cambiare la tua direzione in una notte.