Smetti di rimandare la tua felicità


by   |  LETTURE 296
Smetti di rimandare la tua felicità

Quando lavoravo nel mondo del cabaret, ho incontrato molti comici che avevano messo in pausa la loro felicità. Non si godevano il momento, perché pensavano che sarebbero stati felici solo dopo aver firmato un contratto importante, dopo aver ottenuto una sitcom tutta per loro, una parte in un film o qualsiasi altra cosa che pensavano li avrebbe resi felici.

Lo so bene, perché ero uno di loro. Nel corso degli anni ho visto alcuni amici diventare persone rancorose, gelose e amareggiate che non avevano più voglia di far ridere gli altri. Senza rendersi neppure conto di quello che stavano facendo a se stessi, si sono fatti travolgere dalla loro ricerca del successo, che in quel momento sembrava l’unica cosa che li avrebbe resi davvero felici.

Il mondo dello spettacolo era diventato il loro unico interesse. Tutta la loro esistenza girava attorno alla speranza di essere “scoperti”, che era una situazione davvero ironica perché non avevano neppure idea di quanto si fossero “persi”.

Era scoraggiante vedere come non si concedessero mai il tempo di apprezzare altri aspetti di sé e della vita. Vivevano una vita banale. Si esibivano da un locale all’altro e passavano da un’audizione all’altra.

Le loro vite andavano avanti col pilota automatico, mentre aspettavano e facevano di tutto per raggiungere quel momento magico, il giorno in cui finalmente sarebbero stati felici. Per alcune persone, nel lavoro come nella vita privata (specialmente per chi punta molto in alto), può sembrare una virtù spostare in avanti l’obiettivo del sentirsi davvero felici e riuscire a godersi la vita.

Mi viene in mente la frase “Tutte le cose belle arrivano per chi sa aspettare”. Vogliamo parlare di questa perla di saggezza? Sicuramente la pazienza è un virtù e molto spesso dobbiamo aspettare per cogliere i frutti del duro lavoro, ma non alle spese della felicità!

Questa frase implica che si debba aspettare per essere felici e che la felicità si possa trovare solo nella meta finale che vogliamo raggiungere. Ma questo concetto non contempla che si possa provare piacere nel processo del raggiungimento dei nostri obiettivi.

Hey gente, ci vuole molto perché i frutti maturino. Perché non raccogliere qualche bacca selvatica nell’attesa? Degli studi hanno provato che quando le persone apprezzano il processo della ricerca e degli sforzi per arrivare a un risultato finale, sono più creative, più produttive e più resilienti nei confronti delle delusioni e più veloci nel trovare soluzioni ai problemi.

Perché aspettare che tutto sia perfetto? Perché non essere felici da subito? In verità il presente è l’unico momento in cui i bei momenti possono avere luogo. Non può succedere nel passato e neppure nel futuro.

Quello che voglio dire è che la felicità si può provare solo nel presente, nel momento in cui stai cercando di realizzare uno qualsiasi dei tuo obiettivi. Non c’è nessun motivo per cui tu non debba pianificare il futuro, porti degli obiettivi, vive la quotidianità, fare fronte agli imprevisti e comunque scegliere razionalmente di stare bene mentre fai tutto ciò.

Ma come? Concentrandoti su quello che hai, piuttosto che su quello che non hai. Provando gratitudine per quello che la vita ti ha già dato, invece di arrabbiarti per quello che non hai ancora ottenuto. E facendo scelte quotidiane che ti diano sollievo dai momenti che ti buttano giù, che ti stressano, cercando di impegnarti in attività che ti danno gioia e ti rallegrano.

Le persone che costantemente scelgono (e sto parlando davvero di una scelta consapevole) di godersi il processo di crescita, non solo raccoglieranno il frutto dell’obiettivo raggiunto, ma apprezzeranno anche molto il modo in cui se lo sono guadagnato.

Dal mio punto di vista, questo è il massimo del successo. La bella notizia è che ci sono sempre nuove opportunità per essere felici. Immaginate la vita come la stazione centrale, in cui i momenti felici arrivano 24 ore su 24.

Le occasioni sono le opportunità per essere felici che sono già arrivate. A volte sono proprio lì davanti ai tuoi occhi, ma per qualche motivo non riesci a notarle e apprezzarle. Indipendentemente da quello che succede attorno a te, puoi sentirti più felice, essere produttivo, attirare il successo e goderti il processo.

Quando ti concentri su cose diverse e cambi il tuo modo di pensare, cambia la tua prospettiva. Questo cambiamento può cambiare la tua vita. Per cui parti con il cambiamento! Quando sei a casa e stai pulendo il garage, stai facendo telefonate ai clienti, stai confrontando i prezzi al supermercato o stai preparando una promozione per aumentare le vendite per la tua azienda, ha tutto il diritto di apprezzare quel momento.

Questa può essere una delle chiavi per raggiungere la felicità – capire che la felicità è un tuo diritto, proprio come la libertà di parola e diritto di voto. Mi sembra davvero curioso il fatto che esistano delle leggi che proteggono il nostro diritto alla felicità, e tuttavia così spesso siamo noi stessi un grande ostacolo alla nostra gioia.

La costituzione degli Stati Uniti garantisce il diritto “alla ricerca della felicità”. Forse avrebbero dovuto scrivere “alla vita, alla libertà e alla felicità della ricerca”.