"Ci si stanca anche di rimanerci male": come trovare la forza di andare avanti



by FEDERICO COPPINI

"Ci si stanca anche di rimanerci male": come trovare la forza di andare avanti

A volte la vita ci riserva delle delusioni, delle sconfitte, degli ostacoli che sembrano insormontabili. Ci si ritrova a rimanere male, a sentirsi sconfitti, a pensare che non ce la faremo mai. Ma ci si può anche stancare di rimanerci male, di restare fermi a guardare il mondo che scorre senza di noi.

Essere resilienti, trovare la forza di andare avanti nonostante tutto, è fondamentale per riuscire a realizzare i nostri sogni, per non arrenderci di fronte alle difficoltà e per diventare la persona che vogliamo essere.

Spesso ci troviamo a pensare che la felicità sia una destinazione, un punto di arrivo, un obiettivo da raggiungere. Ma la felicità è un percorso, un cammino che ognuno di noi deve compiere, un'evoluzione costante che ci porta a diventare sempre di più la persona che siamo destinati ad essere.

Il primo passo per diventare la persona che siamo capaci di diventare è accettare noi stessi per quello che siamo, con i nostri limiti, le nostre debolezze, ma anche con i nostri talenti, le nostre passioni e i nostri sogni.

Non dobbiamo avere paura di sbagliare, di commettere errori, di cadere. Sono le cadute che ci fanno diventare più forti, che ci insegnano le lezioni più importanti, che ci permettono di crescere.

Ma per diventare la persona che vogliamo essere dobbiamo anche essere pronti a metterci in gioco, a fare scelte coraggiose, a prendere rischi, a superare i nostri limiti.

Non dobbiamo accontentarci di quello che abbiamo, di quello che siamo, di quello che facciamo. Dobbiamo avere sempre l'ambizione di fare di più, di essere di più, di andare oltre.

E quando ci troviamo di fronte a una sconfitta, a una delusione, a un ostacolo, non dobbiamo arrenderci, non dobbiamo rimanere fermi a guardare il mondo che scorre. Dobbiamo trovare la forza di andare avanti, di superare la difficoltà, di imparare dalla situazione, di diventare più forti.

Perché alla fine, come diceva Aristotele, "essere ciò che siamo e diventare ciò che siamo capaci di diventare è il solo fine della vita". E non c'è niente di più bello che realizzare il nostro pieno potenziale, che diventare la persona che siamo destinati ad essere.