4 consigli per mantenere un sano equilibrio vita-lavoro


by   |  LETTURE 92
4 consigli per mantenere un sano equilibrio vita-lavoro

Nel corso degli anni, ho imparato a sviluppare una relazione diversa con la mia lista delle cose da fare. Piuttosto che sentire l’urgenza di finire tutto quello che c’è scritto, la tratto come un modo di priorizzare. Sono una grande sostenitrice del pianificare sul calendario le cose che sono importanti per il mio benessere. Per esempio, pianifico gli allenamenti per la settimana e li inserisco nel calendario, esattamente come i miei meeting di lavoro.

—Michelle Sun, fondatrice & CEO de First Code Academy

Quando avete ugualmente a cuore sia lavoro che vita personale, l’equilibrio verrà in maniera naturale. Ma un po’ di disciplina serve. Credo sempre nella filosofia, “Lavora mentre lavora, divertiti quando ti divertiti.”

Trovate un po’ di tempo durante il giorno, anche solo un’ora, dove mettete da parte cellulare e computer e fate qualcosa che vi piace davvero.

—NISHANT SHAH, fondatore & CEO di BannerBuzz

Io lo faccio mantenendo separati l’aspetto lavorativo e quello personale. Dovete mantenere a comparti stagni i problemi e le situazioni che vi spingono a mischiare i due ambiti. A volte il lavoro avrà la precedenza sulla vostra vita personale e viceversa, ma idealmente, tutto si equilibra alla fine.

—Sergio Esteban, CEO de LaBella Associates

Penso che uno debba conoscere se stesso, sapere cosa rende veramente appagati. Se siete qualcuno che ha bisogno di esercizio fisico ogni giorno, trovate il modo di farlo su base regolare. Se siete qualcuno che ha bisogno di qualche tipo di “assalto visivo”, allora andate a fare una passeggiata dove non siete mai stati prima. Siate coscienti di ciò che è importante per la preservazione personale, e se tutto va bene lo integrerete alla vostra giornata, alla vostra settimana, al vostro anno. Conoscete ciò che vi spinge veramente a continuare a crescere. Sono altre persone? Situazioni ripetitive? Come potete continuare a mettervi alla prova e diventare qualcuno che continua a sentirsi rilevante e dinamico?

—Deb Waterman Johns, co-fondatrice and e responsabile creativa delle borse SCOUT