30 minuti per smaltire il fast food


by   |  LETTURE 235
30 minuti per smaltire il fast food

Se non ti piacciono le verdure la tua salute non deve per forza soffrirne.

In uno studio gli scienziati sportivi dell’università del Quebec hanno chiesto ai partecipanti, tutte persone sane, di mangiare solo al fast food per due settimane. I partecipanti dovevano consumare un piatto a loro scelta a colazione, a pranzo e a cena e il piatto tipico era un panino con hamburger e salsine varie, patatine e soft drink. I partecipanti dovevano anche fare 30 minuti di interval training ogni giorno: 15 scatti da un minuto al 90% dello sforzo e 1 minuto di recupero tra uno scatto e l’altro.

I risultati emersi sono stati incredibili: il workout era sufficiente a proteggere il profilo cardiometabolico di ogni partecipante e hamburger e patatine fritte non avevano nessun impatto sul cuore o sul rischio di diabete. Per quanto questo studio non ti autorizzi a sfondarti di schifezze al fast food è rincuorante sapere che si può recuperare le inevitabili deviazioni dalla dieta in mezz’ora di allenamento, per quanto quella mezz’ora sia intensissima.

20 SECONDI PER PERDERE IL GRASSO OSTINATO CON UN GIN & TONIC GHIACCIATO
Uno dei piaceri della vita è rilassarsi nelle sere d’estate davanti a un bel drink ghiacciato. E secondo una nuova ricerca dell’École polytechnique fédérale de Lausanne in Svizzera quel piacere non è per forza un delitto.

Se aggiungi al tuo gin & tonic uno schizzo di Angostura puoi bruciare i grassi mentre ti rinfreschi dopo una dura giornata di lavoro. Merito dell’effetto che il gusto amaro ha su tre tipi di grasso: le cellule bianche dove viene immagazzinato il grasso, le cellule marroni dove si brucia il grasso e le cellule beige. Il beige di solito non è un colore particolarmente affascinante ma in questo caso è sinonimo di avanguardia nella scienza della perdita di peso.
Un processo chiamato “beiging”  che trasforma le cellule bianche in cellule marroni brucia-grassi, viene scatenato dagli acidi biliari che sono prodotti nel fegato e inviati all’intestino in risposta al gusto amaro. Gli acidi biliari interagiscono con i recettori delle cellule bianche per velocizzare il metabolismo. I ricercatori hanno scoperto che l’effetto beiging degli acidi biliari aumenta il numero di mitocondri nelle cellule grasse, che a loro volta aumentano la quantità di energia che consumano. Quindi, ironicamente, alcune cellule grasse possono aiutarti a perdere peso.

A casa togliti la cravatta, mettiti comodo e versa in un bicchiere con il ghiaccio 60 ml di gin, 120 ml di acqua tonica e otto spruzzate di Angostura. Inine aggiungici due fette di limone e goditi il tuo drink.

Ci penserà lui a farti dimagrire.