Il cibo-medicina che ti regala la salute


by   |  LETTURE 116
Il cibo-medicina che ti regala la salute

Il miele ha accumulato, nel corso del tempo, una serie di defi nizioni tutte volte a coglierne la straordinarietà: da nutrimento degli dei, come lo consideravano gli antichi, a cibo-farmaco o superalimento.

Ciò che fa del miele un tale prodigio alimentare sono le sue caratteristiche e la sua composizione chimica. In realtà quest’ultima dipende molto dalla sua origine botanica. Il miele è essenzialmente una sostanza zuccherina, infatti è composto da zuccheri per il 79% e da acqua per il 17%.

È un vero integratore

Gli zuccheri maggiormente presenti nel miele sono fruttosio e glucosio, zuccheri semplici o monosaccaridi: il nostro organismo li avrà immediatamente a disposizione poiché non deve scinderli per assimilarli.

In particolare il miele contiene monosaccaridi e oligosaccaridi, mentre la melata è ricca di saccarosio. A differenza di quanto accade con lo zucchero raffinato, che utilizziamo ad esempio nel caffè, il miele, oltre ad avere un potere dolcificante maggiore, non apporta “calorie vuote”, cioè prive di sostanze nutritive, ma ha in sé sal minerali, vitamine, enzimi e sostanze antibiotiche che ne fanno un “integratore” completo.

Uno degli errori maggiori che si possano commettere con il miele è quello di considerarlo solo un dolcificante. È vero, può essere considerato una buona alternativa allo zucchero, ma per impiegare al meglio le sue potenzialità curative, è bene considerarlo come una sorta di medicina, da sfruttare per il benessere di tutto il corpo. D’altra parte è la stessa ricerca scientifi ca che, oltre alla tradizione, autorizza questa considerazione. Gli studi sulle proprietà del miele hanno infatti suffragato quello che le antiche tradizione sapevano per consuetudine.

UN SOLO CUCCHIAINO HA TANTISSIME PROPRIETA'

A rendere il miele così speciale è la quantità di principi attivi che sono contenuti in esso e che sono alla base di tutte le sue proprietà. Ogni miele, in realtà, ha delle caratteristiche proprie che sono legate ai fiori utilizzati dalle api per la sua produzione, ma è possibile indicare, in linea generale, alcune virtù proprie di questo superfood. Eccole in sintesi.

È RICOSTITUENTE

È energia pronta e immediatamente disponibile, aumenta la resistenza alla fatica. È ideale quindi nei momenti in cui si avverte la stanchezza o quando si pratica un’intensa attività sportiva. Rappresenta un ottimo ricostituente.

È ANTIBATTERICO

L’efficacia con cui il miele contrasta la proliferazione dei batteri nocivi la si può verififificare nel contrasto di riniti e sinusiti, nell’apparato digerente, dove rinforza la flora intestinale e anche sulla pelle, dove ha proprietà disinfettanti.

È SEDATIVO

Il miele esercita questa azione a beneficio di diversi organi: è utilizzato ad esempio come sedativo della tosse, lenitivo della pelle, ma è anche un ottimo tranquillante, agendo sul sistema nervoso centrale e su quello muscolare calmando gli spasmi.

È ANTIOSSIDANTE

Il miele aiuta a contrastare lo stress ossidativo che è prodotto dai radicali liberi, sostanze di scarto del metabolismo che sono considerate responsabili dell’invecchiamento delle cellule.