9 Cose da non fare quando vi sentite sovraccarichi


by   |  LETTURE 201
9 Cose da non fare quando vi sentite sovraccarichi

Vi sentite strattonati dal lavoro, dalla vita, o da entrambi? La montagna che avete di fronte vi sembra insormontabile? La vostra lista di cose da fare vi soffoca e sminuisce quello che avete già fatto? Vi sentite sovraccarichi?

Lo stress è inevitabile, ma possiamo complicare le cose. Veniamo coinvolti nell’esacerbarlo. In verità, quando si tratta di esacerbare lo stress, nulla è cambiato dai tempi antichi. Persino il Re Davide, più di 3000 anni fa, disse “ I miei pensieri ansiosi si moltiplicano dentro di me”.

Il termine escalation di stress riassume molto bene questa componente esponenziale dello stress. Lo stress genera stress. È un ottimo combustibile. Ci predisponiamo per un livello più alto di pressione. Ci lasciamo andare a pensieri e comportamenti che lo fanno escalare.

Consigli sullo stress si trovano ovunque, da come riconoscerlo a come prevenirlo, a come usarlo abilmente e in maniera vantaggiosa, a come rilasciarlo. Poi è semplice cercare soluzioni mentre si continua a cadere preda dei suoi effetti negativi.

Quindi anche se è utile sapere cosa fare, le cose controproducenti che facciamo, di solito intralciano quelle producenti che dovremmo fare. Il chè è il motivo per cui abbiamo bisogno di avere a che fare con lo stress eliminando il negativo.

Ecco una lista di cose da non fare quando vi sentite sovraccarichi. O in altre parole, se volete aumentare il vostro livello di stress, qui ci sono nove modi per farlo.

1- Pensate negativo. Questo è particolarmente efficace, specialmente se vi ci mettete in mezzo.

2- Isolatevi e amplificate quel pensiero quando succede qualcosa di brutto. Non lasciate che nessun pensiero positivo interrompa il vostro assetto mentale catastrofico.

3- Quando vi preoccupate, fermate il vostro pensiero simulato al punto di maggior impatto. Dopotutto, la preoccupazione è come un film. Quindi siate sicuri di fermare il film prima che finisca. Questo vi aiuterà a tenere paura ed ansia a livelli ottimali.

4- Vivete nel futuro. Siamo l’unico animale della terra che può vivere il futuro prima che arrivi. P come avere un simulatore di volo incorporato. Possiamo vederci sbattere ancora e ancora, anche se non è ancora accaduto. Dimenticatevi del “ora”. Dopotutto, “ora” diventerà presto “poi”. Quindi vivete nel futuro perchè deve ancora arrivare. Brillante!

5- Promuovete il comportamento LGL (Lagna, Gemito, Lamentela). In verità, la nostra ricerca ha scoperto che più forte e più a lungo, meglio è.

6- Procrastinate. Perchè fare adesso quello che potreste fare domani? Postponete il lavoro su quel progetto, su quel saggio o su quel problema. Dopotutto, potreste sentire la mancanza dell’eccitazione di una scadenza imminente. Potreste rinunciare a quel battito cardiaco accellerato, al cervello che corre, a quella sensazione di ansia. Perchè perdersi que brivido?

7- Eliminare margini. Quando andate a un incontro, siate sicuri che il momento esatto in cui partite coincida con il momento esatto in cui dovreste arrivare. Questa è una tecnica particolarmente buona per l’escalation di stress. La mancanza di margine è il carburante del fuoco.

8- Siate ansiosi. Quando mancate una scadenza, siate certi di andare in panico. Essere una persona non ansiosa non vi aiuterà a moltiplicare lo stress. Noi suggeriamo di lasciarsi prendere dal panico. Iniziare a gridare e lamentarsi è particolarmente utile, anche arrabbiarsi con gli altri e trovare qualcuno a cui dare la colpa. Biasimare è un ottimo mezzo per la ridistribuzione del dolore. Capricci e capri espiatori sono particolarmente gratificanti.

Ancora uno e ci siamo!

9- Aggrappatevi a malumori e irritabilità. Continuate a nutrirli, a farli crescere a tenerli vicino al cuore. Per escalarli e per moltiplicarli, e ciò continuerà a far crescere il vostro livello di stress.

Ora che sapete come moltiplicare lo stress, potete scegliere come comportarvi. Io ho trovato utile estrappolare nel futuro i comportamenti attuali. Mostra cosa succederà se il comportamento attuale è alterato. E questo è un ottimo deterrente.