Agrumi: meglio se interi


by   |  LETTURE 182
Agrumi: meglio se interi

Gli agrumi sono noti per il loro eccellente apporto vitaminico, in particolar modo di vitamina C. È sufficiente, per esempio, una sola arancia per coprire il 79 % del fabbisogno giornaliero medio di questa vitamina; con due mandarini o con un pompelmo soddisfiamo invece i due terzi del fabbisogno quotidiano, con un pompelmo rosa il 49 % e con due clementine il 58 %.

Buono anche l’apporto di vitamina A, soprattutto nel caso del pompelmo rosa, di folati (vitamine gruppo B) e di minerali come il potassio. Gli agrumi sono frutti poco calorici: un’arancia apporta solo 56 kcal, un pompelmo 44 kcal, un pompelmo rosa 62 kcal (ha un po’ più di zuccheri), una porzione di due mandarini 114 kcal mentre due clementine forniscono 86 kcal.

Meglio mangiare il frutto intero, perché oltre alle vitamine si introduce la fibra, che sazia e aiuta l’intestino, cosa che non succede con la spremuta. Il succo di pompelmo, così come il frutto fresco, può interagire con l’assorbimento di alcuni farmaci, tra cui gli antibiotici, gli antistaminici e gli ansiolitici.

Ma anche altri agrumi possono dare problemi. Meglio controllare sempre il foglietto illustrativo in cui è presente l’avvertimento.