Scoprire il potere curativo delle foreste


by   |  LETTURE 221
Scoprire il potere curativo delle foreste

Sapevate che gli alberi sono tra i più grandi guaritori del mondo? Il Forest Bathing rappresenta una medicina naturale per curare la mente e il corpo. Non sono soltanto la pace, e l’elevato impatto con la natura a regalare quella sensazione di benessere che rappresenta un toccasana per la salute, ma è la foresta stessa, con le sue componenti a fornire un vero elisir .

Le piante forestali emettono olii essenziali di legno per proteggersi dagli insetti e dalla decomposizione, ma negli ultimi anni la ricerca ha dimostrato che gli aromi delle foreste sono utili anche agli esseri umani. Studi dal Giappone, dalla Finlandia, dagli Stati Uniti, confermano che il bagno nella foresta può ridurre lo stress, aumentare il livello di gioia, abbassare la pressione sanguigna, migliorare la concentrazione, rafforzare il sistema immunitario.

Pura suggestione? Pare proprio di no. Perché il beneficio è concreto. Essenze del bosco come leccio, quercia e faggio, ma anche castagno, pino nero domestico sono particolarmente salutari. Secondo le ricerche condotte da Marco Nieri (bioricercatore, esperto in eco-design e salute dell'habitat) e Marco Mencagli (agronomo), sono questi alcuni degli alberi che piu' di altri arrivano ad avere azioni benefiche.

Dunque, è sufficiente una camminata in un bosco vero per godere della migliore ossigenazione ma anche dell’effetto dei monoterpeni, sostanze aromatiche rilasciate dalle foglie degli alberi, e dei fitoncidi, olii essenziali presenti nel legno.

Una condizione ideale che in Italia possiamo ritrovare per esempio tra le faggete di Fai della Paganella, l'altipiano trentino che negli ultimi anni è diventato uno dei luoghi prediletti per il Forest Bathing.

I sentieri del bosco che si affaccia da un lato sulla valle dell'Adige, sembrano quasi magici. Passeggiando, si incontrano dei luoghi nei quali il solo sdraiarsi può offrire una immersione di benessere che tocca le corde della psiche prima che quelle del corpo.

Gli esperti consigliano di restare immersi nell’atmosfera di un bosco ricco di mono- terpeni almeno per 3 o 4 ore, facendo passeggiate di alcuni chilometri, alternando il cammino a momenti di relax. Per un autentico “bagno” terapeutico occorre respirare profondamente usando il diaframma, come insegna lo yoga.

Fai della Paganella negli anni si è trasformata in uno dei paradisi trentini del benessere “green” e dello sport. Ottima base di partenza per vivere una settimana di immersione nella natura, praticando relax e sport.