VORREI TANTO RITAGLIARMI UN MOMENTO PER RILASSARMI MA LE APP PER LA MEDITAZIONE E LE CANDELE NON MI DICONO NIENTE. SUGGERIMENTI?


by   |  LETTURE 354
VORREI TANTO RITAGLIARMI UN MOMENTO PER RILASSARMI MA LE APP PER LA MEDITAZIONE E LE CANDELE NON MI DICONO NIENTE. SUGGERIMENTI?

Hai ragione: sentirsi dire da un telefono con l’agenda e i social incorporati che devi sederti e goderti l’attimo fa un po’ ridere. Ma non giudicare la mindfulness da una app: è un’attività che puoi fare dovunque, anche mentre corri.

Il “mindful running” è un modo di sfuggire ai pensieri del cervello concentrandoti su semplici attività come il respiro, il passo e la tecnica di corsa. “Anche solo muoverti è una distrazione dai pensieri che aollano il cervello”, dice William Pullen, psicoterapeuta e autore di Il metodo rivoluzionario per correre e meditare.

Come arontare la vita senza stress e vivere felici. Concentrarti sui sensi fa bene alla salute mentale perché ti permette di restare concentrato sul momento presente e su quello che stai facendo. Le azioni e le intenzioni coincidono e questo rilassa il cervello.
Se fai mindfulness mentre corri hai anche vantaggi a livello di performance.

Restare concentrato sul momento ti permette di accorgerti subito di eventuali segnali di sofferenza del corpo prima che si trasformino in infortuni. Inoltre aggiungere un elemento meditativo al workout cardio potrebbe essere proprio la motivazione che ti serviva per fare più strada, non solo nella corsa ma anche nella vita.

ZEN FACILE
Vivere il momento presente è dificile perché la mente tende a tornare al passato o pensare al futuro. Pratica lo zen con questi tre consigli. E fallo di corsa 1. CONTA
Che siano i tuoi passi o il numero di alberi che incontri non importa: contare aiuta a mantenere la concentrazione sul presente.

2. RIPETI
Scegli una frase collegata a un aspetto della corsa che vuoi migliorare e poi ripetila. I mantra sono un ottimo modo di concentrarsi sul presente e puoi adattarli a ogni situazione. 3. RESTA POSITIVO
Continua ad andare avanti anche se avresti solo voglia di gettare la spugna. Quando pensiamo di essere stanchi spesso è la testa e non il corpo a lamentarsi.