7 INFALLIBILI TRUCCHI per sconfiggere la fame nervosa



by   |  LETTURE 229

7 INFALLIBILI TRUCCHI per sconfiggere la fame nervosa

Quando senti il morso della fame conta fino a 10 e pensa: cos’è che mi spinge a mangiare?

Spesso infatti non lo facciamo perché ne abbiamo bisogno, ma per sconfiggere la timidezza, per tirarci su di morale, per colmare un vuoto interiore, per passare il tempo. Ecco 7 trucchi per non farsi dominare da questi impulsi inconsci.

1 FAI DEI PASTI COMPLETI

Se fai una bella colazione ricca di proteine, carboidrati e grassi e un pranzo altrettanto equilibrato, non arriverai famelico alla cena. «Un pasto a base di soli carboidrati come biscotti, cerali o pasta fa aumentare velocemente la glicemia (il livello di zuccheri nel sangue), che altrettanto velocemente scenderà sotto il livello soglia riattivando l’appetito: e così avrai più fame di prima» spiega Tatiana Gaudimonte, nutrizionista a Zurigo

2 FAI LA SPESA A STOMACO PIENO

Se hai fame, tenderai a riempire il carrello con una grande quantità di cibo calorico e di scarso valore nutrizionale. «Una buona strategia è la pianificazione settimanale del menù in modo da non restare mai a corto di frutta e verdura, così come di buone fonti proteiche. Più alimenti sani avremo nel nostro frigo, meno spazio fisico e mentale ci sarà per i pasticci. Arrivare a casa la sera e trovare il frigo vuoto è deprimente! E come sappiamo, la tristezza porta a ripiegare su cibo spazzatura e consegne a domicilio».

3 PUNTA LA SVEGLIA

Per capire se la tua fame è reale c’è un trucco: punta la sveglia 30 minuti dopo e vedi se hai ancora appetito. In questo modo capirai se è una fame “nervosa” oppure reale. Il corpo non mente.

4 BEVI DELL’ACQUA

Il segnale di fame può essere in realtà un segnale di sete “mascherato”: quando abbiamo sete il corpo manda anche un segnale di fame per avvertirti di bere.

5 NON MANGIARE DAVANTI ALLA TV (o Instagram)

Spesso si guarda la televisione e si consultano i social per “spegnere” il cervello, ma così si tende anche a mangiare per inerzia. Gli spot, oltretutto, sono fatti apposta per tentarci. «Il tempo dedicato al cibo deve essere di qualità e privo di distrazioni, altrimenti si finisce per ingoiare senza apprezzare quello che si mangia. Diventiamo sempre più stressati e inclini a mangiare cibo di conforto. E così si entra in un circolo vizioso» avverte la nutrizionista.

6 MASTICA LENTAMENTE

È molto importante dedicare del tempo alla masticazione: quest’ultima manda infatti al cervello un primo segnale di sazietà in grado di “calmare” la fame nervosa. Fare attenzione a quello che si mangia è inoltre un esercizio di mindfulness (consapevolezza), una pratica che aiuta molto quando si segue una dieta dimagrante. «Bisogna restare presenti all’atto di nutrirsi, trarne soddisfazione e piacere: ne gioverà anche la mente e non solo il corpo».

7 TIENI UN DIARIO ALIMENTARE

Può essere utile appuntarsi per qualche giorno i pasti consumati per rendersi conto di cosa e di quanto si mangia. Alcune volte, infatti, mangiamo per inerzia, senza accorgercene. E questo accade sopratutto quando si ha la testa da un’altra parte. Se prendi l’abitudine di segnarti tutto quello che mangi dalla colazione alla cena, spuntini compresi, potresti scoprire di soffrire di fame nervosa solo in alcuni momenti della giornata, magari proprio quando ti trovi sotto stress.